Mese: febbraio 2015

“Ti piace vincere facile” col malaffare?

Gare d’appalto e bandi su misura, scambi di favore tra aziende e un dirigente dell’Asl. Era un sistema quasi perfetto – per loro – quello architettato dai rappresentanti commerciali della Audiolink di Parma, i rappresentanti di altre aziende e Silvano Nieddu, ingegnere, direttore del Sistema informatico e telecomunicazione dell’Asl To1 fino al 2013 e poi direttore dell’Ufficio tecnico dell’Ospedale San Luigi di Orbassano. In totale 25 persone sono indagate dalla Procura di Torino – pm Gianfranco Colace – e dal Nucleo di polizia tributaria della Guardia di finanza per associazione a delinquere finalizzata alla corruzione e alla turbativa d’asta e per questo  Con il suo trasferimento da una struttura all’altra si era portato anche il sistema di relazioni, favori e malaffare. Un’occasione ghiotta per Giammario Piumatti, agente della Audiolink a Torino, che ai colleghi diceva: “Ti piace vincere facile?”. Questo è il gioco della corruzione.

Schermata 2015-02-28 alle 19.55.41

Schermata 2015-02-28 alle 20.03.02

Piemonte regione più indebitata d’Italia

Da Roma arriva una constatazione. La Regione Piemonte è indebitata. A certificarlo sono i magistrati del Corte dei conti che oggi hanno inaugurato il loro anno giudiziario.

Nella relazione dell’anno passato si legge

Con riferimento all’indebitamento regionale, dall’indagine è emerso che il limite quantitativo all’indebitamento, rispettato dalla maggior parte delle Regioni, risulta notevolmente oltrepassato dalla Regione Piemonte.

In una nota si precisa che

La situazione finanziaria della Regione Piemonte rilevata dalla Sezione in esito al giudizio di parifica si presenta estremamente critica: il risultato finanziario dell’esercizio 2013, risultante dal progetto di rendiconto è negativo per euro 364.983.307,71, ma l’esatta determinazione dipenderà dalla soluzione che darà la corte Costituzionale . Se venissero confermati i dubbi di costituzionalità della Sezione, il disavanzo finanziario aumenterebbe di euro 2.554.603.200,01 e potrebbe lievitare ad euro 2.919.586.507,72.