Stamina, Vannoni procrastina

Il metodo Stamina di Davide Vannoni torna d’attualità dopo l’articolo di Nature.
Su ilfattoquotidiano.it ho fatto un riepilogo dell’indagine giudiziaria di Raffaele Guariniello sulla questione (anche se l’articolo di Marco Lillo sull’edizione cartacea di oggi è più lungo e completo).

Ma mi preme sottolineare come uno dei nodi importanti della questione sottolineato dai tanti esperti che criticano la Stamina foundation è la mancanza di trasparenza sul metodo scientifico usato per la ricerca e per le cure, un elemento che – quando si parla di ricerche mediche non va trascurato perché permette alla comunità di medici e ricercatori di analizzare le informazioni e valutarne la correttezza.

A fine marzo Vannoni dichiarava al Corriere della Sera che presto i dati sarebbero stati a disposizione degli interessati:

Gli unici dati pubblicati, quelli che riguardano i cinque pazienti del Burlo Garofalo, indicano che non ci sono stati risultati: dunque? 
«I cinque pazienti sono stati curati con le cellule prodotte dallacell factory dell’ospedale San Gerardo di Monza. Lo studio dice che non fanno male e mi fa molto piacere. Ma è un’altra metodica, con altri tipi di cellule. Tra 20-30 giorni l’ospedale di Brescia dovrebbe rendere noti i dati dei pazienti trattati finora. Porterò anche delle pubblicazioni internazionali su questa metodica a dimostrazione che anche in tanti altri casi del passato, oltre a esser stata fatta una fase preclinica, ci sono dei risultati e non ci sono state controindicazioni».

Parliamo degli studi portati avanti in Ucraina?
«Non solo. Li renderò noti tra poco a quelli che sono interessati. Perché la comunità scientifica probabilmente non lo è; se lo fosse, potrebbe benissimo fare una richiesta, attraverso il Ministero, per avere le cartelle cliniche, con i pazienti resi anonimi, e incominciare a esaminarle. Quelle ci sono, non è che ce le ha Stamina nascoste in un cassetto. Sono in un ospedale pubblico».

Tuttavia stamattina nell’intervista di Alessandro Milan su Radio 24 il fondatore della Stamina ha detto una cosa clamorosa: al ministro Beatrice Lorenzin che chiede la metodica entro il 1° luglio Vannoni replica dicendo che il limite non è imposto dalla legge e che ancora non possono consergnarlo.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...